IndiceCalendarioFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividi | 
 

 parto naturale o cesareo...

Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Rasputin
-------------
-------------
avatar

Maschio Scorpione Messaggi : 3235
Data d'iscrizione : 15.01.11
Età : 57
Località : Augusta Vindelicorum

MessaggioTitolo: Re: parto naturale o cesareo...   Gio Giu 09, 2011 2:28 pm

bonovox ha scritto:
Ti racconto una cosa: nelle ultime settimane prima di partorire Davide la mia ginecolaga mi diceva di far il cesareo perchè dall'eco vedeva che il bambino era molto grande. Io dicevo che ce l'avrei fatta ma lei insisteva. Allora abbiamo fatto un patto: avrei fatto il travaglio sempre attaccata al monitor e non in sala travaglio ma in una stanza accanto alla sala operatoria già predisposta per il cesareo e con la flebo in vena pronta per l'anestesia. qualora ci fosse sata sofferenza fetale mi avrebbero fatto il cesareo. Bene...ho rotto le acque a mezzanotte, o iniziato il travaglio alle 3 del mattino, Davide è nato alle 3 del mattino seguente, dopo 3 ore di spinte in sala parto. Pesava 4,5 kg e per 24 ore ho sentito dolori tremendi sperando che ogni volta fosse l'ultimo. Quando corro e sono stanca penso a mio figlio e dico: è nato di parto naturale perché io sono forte e ho tenuto duro per 24 lunghissime ore, vomitando di continuo e crepando per le doglie...cosa vuoi che siano questi miseri km di fronte a me? Quando sei stanco pensa a tutte le volte che ce l'hai fatta e che la stanchezza non esiste, è solo psicologica. la stannchezza arriva quando ti fermi o quando hai già deciso di arrenderti. Pensa a chi in un terremoto resiste per giorni sotto le macerie senza bere né mangiare, se sei credente pensa a Gesù Cristo che portò la croce fino alla montagna, o pensa a tua madre che ti ha partorito...ricordalo, la stanchezza non esiste, tu sei più forte della stanchezza e non ti farai vincere da lei.

Notoriamente le donne hanno più capacità di sopportazione per quanto riguarda la fatica ed il dolore (Oltre ad altre cose). Non sono credente ma conosco il potere della mente, qui un esempio, ti invito a guardare fino in fondo:



E ti ringrazio, apprezzo il sostegno morale di tutte ma senza offendere nessuna so bene chi mi capisce

_________________
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
lola
-------------
-------------


Femmina Messaggi : 286
Data d'iscrizione : 09.03.11
Località : verona

MessaggioTitolo: Re: parto naturale o cesareo...   Gio Giu 09, 2011 11:58 pm

bonovox ha scritto:
Ti racconto una cosa: nelle ultime settimane prima di partorire Davide la mia ginecolaga mi diceva di far il cesareo perchè dall'eco vedeva che il bambino era molto grande. Io dicevo che ce l'avrei fatta ma lei insisteva. Allora abbiamo fatto un patto: avrei fatto il travaglio sempre attaccata al monitor e non in sala travaglio ma in una stanza accanto alla sala operatoria già predisposta per il cesareo e con la flebo in vena pronta per l'anestesia. qualora ci fosse sata sofferenza fetale mi avrebbero fatto il cesareo. Bene...ho rotto le acque a mezzanotte, o iniziato il travaglio alle 3 del mattino, Davide è nato alle 3 del mattino seguente, dopo 3 ore di spinte in sala parto. Pesava 4,5 kg e per 24 ore ho sentito dolori tremendi sperando che ogni volta fosse l'ultimo. Quando corro e sono stanca penso a mio figlio e dico: è nato di parto naturale perché io sono forte e ho tenuto duro per 24 lunghissime ore, vomitando di continuo e crepando per le doglie...cosa vuoi che siano questi miseri km di fronte a me? Quando sei stanco pensa a tutte le volte che ce l'hai fatta e che la stanchezza non esiste, è solo psicologica. la stannchezza arriva quando ti fermi o quando hai già deciso di arrenderti. Pensa a chi in un terremoto resiste per giorni sotto le macerie senza bere né mangiare, se sei credente pensa a Gesù Cristo che portò la croce fino alla montagna, o pensa a tua madre che ti ha partorito...ricordalo, la stanchezza non esiste, tu sei più forte della stanchezza e non ti farai vincere da lei.

Io, come al solito, vado contro corrente! Ho avuto 2 figli con parto naturale, sinceramente mi è andata bene non ho avuto travagli molto lunghi o complicazioni, però, io mi chiedo perché bisogna soffrire così tanto. Io trovo la natura così ingiusta per le donne e le femmine degli animali! Soffrire tanto per......? Se un figlio nasce con il cesareo è meno amato? Al contrario quante mamme ripetono ai loro figli "con tutto quello che ho sofferto per averti.......!innestando sensi di colpa?
Forse, per le donne, il dolore del parto viene equiparato ai riti di iniziazione dei maschi mah!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: parto naturale o cesareo...   Ven Giu 10, 2011 12:53 am

lola ha scritto:
bonovox ha scritto:
Ti racconto una cosa: nelle ultime settimane prima di partorire Davide la mia ginecolaga mi diceva di far il cesareo perchè dall'eco vedeva che il bambino era molto grande. Io dicevo che ce l'avrei fatta ma lei insisteva. Allora abbiamo fatto un patto: avrei fatto il travaglio sempre attaccata al monitor e non in sala travaglio ma in una stanza accanto alla sala operatoria già predisposta per il cesareo e con la flebo in vena pronta per l'anestesia. qualora ci fosse sata sofferenza fetale mi avrebbero fatto il cesareo. Bene...ho rotto le acque a mezzanotte, o iniziato il travaglio alle 3 del mattino, Davide è nato alle 3 del mattino seguente, dopo 3 ore di spinte in sala parto. Pesava 4,5 kg e per 24 ore ho sentito dolori tremendi sperando che ogni volta fosse l'ultimo. Quando corro e sono stanca penso a mio figlio e dico: è nato di parto naturale perché io sono forte e ho tenuto duro per 24 lunghissime ore, vomitando di continuo e crepando per le doglie...cosa vuoi che siano questi miseri km di fronte a me? Quando sei stanco pensa a tutte le volte che ce l'hai fatta e che la stanchezza non esiste, è solo psicologica. la stannchezza arriva quando ti fermi o quando hai già deciso di arrenderti. Pensa a chi in un terremoto resiste per giorni sotto le macerie senza bere né mangiare, se sei credente pensa a Gesù Cristo che portò la croce fino alla montagna, o pensa a tua madre che ti ha partorito...ricordalo, la stanchezza non esiste, tu sei più forte della stanchezza e non ti farai vincere da lei.

Io, come al solito, vado contro corrente! Ho avuto 2 figli con parto naturale, sinceramente mi è andata bene non ho avuto travagli molto lunghi o complicazioni, però, io mi chiedo perché bisogna soffrire così tanto. Io trovo la natura così ingiusta per le donne e le femmine degli animali! Soffrire tanto per......? Se un figlio nasce con il cesareo è meno amato? Al contrario quante mamme ripetono ai loro figli "con tutto quello che ho sofferto per averti.......!innestando sensi di colpa?
Forse, per le donne, il dolore del parto viene equiparato ai riti di iniziazione dei maschi mah!

No lola, non è meno amato. ma se tu di mestiere fai l'atleta una cicatrice che ti attraversa la pancia è meglio non averla. Sarà egoismo, lo so, ma potendolo evitare ho preferito così. Ognuno sa le sue ragioni. E comunque anche il mio primo figlio è nato col parto naturale veloce, in un'ora ho fatto travaglio e parto. Come sono entrata in sala parto ho rotto le acque ed è uscita la testa. mio marito aveva ancora addosso il borsello, gli occhiali da sole e l'ostetrica stava al telefono!
Torna in alto Andare in basso
lola
-------------
-------------


Femmina Messaggi : 286
Data d'iscrizione : 09.03.11
Località : verona

MessaggioTitolo: Re: parto naturale o cesareo...   Ven Giu 10, 2011 1:07 am

[quote="bonovox"]
lola ha scritto:
bonovox ha scritto:
Ti racconto una cosa: nelle ultime settimane prima di partorire Davide la mia ginecolaga mi diceva di far il cesareo perchè dall'eco vedeva che il bambino era molto grande. Io dicevo che ce l'avrei fatta ma lei insisteva. Allora abbiamo fatto un patto: avrei fatto il travaglio sempre attaccata al monitor e non in sala travaglio ma in una stanza accanto alla sala operatoria già predisposta per il cesareo e con la flebo in vena pronta per l'anestesia. qualora ci fosse sata sofferenza fetale mi avrebbero fatto il cesareo. Bene...ho rotto le acque a mezzanotte, o iniziato il travaglio alle 3 del mattino, Davide è nato alle 3 del mattino seguente, dopo 3 ore di spinte in sala parto. Pesava 4,5 kg e per 24 ore ho sentito dolori tremendi sperando che ogni volta fosse l'ultimo. Quando corro e sono stanca penso a mio figlio e dico: è nato di parto naturale perché io sono forte e ho tenuto duro per 24 lunghissime ore, vomitando di continuo e crepando per le doglie...cosa vuoi che siano questi miseri km di fronte a me? Quando sei stanco pensa a tutte le volte che ce l'hai fatta e che la stanchezza non esiste, è solo psicologica. la stannchezza arriva quando ti fermi o quando hai già deciso di arrenderti. Pensa a chi in un terremoto resiste per giorni sotto le macerie senza bere né mangiare, se sei credente pensa a Gesù Cristo che portò la croce fino alla montagna, o pensa a tua madre che ti ha partorito...ricordalo, la stanchezza non esiste, tu sei più forte della stanchezza e non ti farai vincere da lei.

Io, come al solito, vado contro corrente! Ho avuto 2 figli con parto naturale, sinceramente mi è andata bene non ho avuto travagli molto lunghi o complicazioni, però, io mi chiedo perché bisogna soffrire così tanto. Io trovo la natura così ingiusta per le donne e le femmine degli animali! Soffrire tanto per......? Se un figlio nasce con il cesareo è meno amato? Al contrario quante mamme ripetono ai loro figli "con tutto quello che ho sofferto per averti.......!innestando sensi di colpa?
Forse, per le donne, il dolore del parto viene equiparato ai riti di iniziazione dei maschi mah!

No lola, non è meno amato. ma se tu di mestiere fai l'atleta una cicatrice che ti attraversa la pancia è meglio non averla. Sarà egoismo, lo so, ma potendolo evitare ho preferito così. Ognuno sa le sue ragioni. E comunque anche il mio primo figlio è nato col parto naturale veloce, in un'ora ho fatto travaglio e parto. Come sono entrata in sala parto ho rotto le acque ed è uscita la testa. mio marito aveva ancora addosso il borsello, gli occhiali da sole e l'ostetrica stava al telefono![/quote


Il discorso cambia completamente la tua motivazione è + che valida.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Rossanfo
--------------
--------------
avatar

Femmina Sagittario Messaggi : 2645
Data d'iscrizione : 12.01.11
Età : 38

MessaggioTitolo: Re: parto naturale o cesareo...   Ven Giu 10, 2011 1:18 am

infatti, io concordo con Lola...e tu Giada avevi una motivazione valida e caratterialmente sei sicuramente una persona molto tenace, io già sono l'opposto... rispondendo a Ras non so se sia natura e se lo è io ho una componente maschile molto elevata perchè ti garantisco che la soglia di sopportazione ce l'ho molto molto bassa (per questo motivo mio figlio è figlio unico, il parto mi ha scioccata). Il video che hai messo mi ha angosciata, io avrei mollato senza dubbio. Non mi sento una debole o cosa (anche perchè non credo in queste definizioni) solo ritengo che ognuno abbia le sue motivazioni per combattere e io se ci fosse stato mio figlio in pericolo sarei arrivata lì come penso un uomo avrebbe fatto, per diversi motivi no. Ma sai è una questione di priorità nella vita. La scala di valori ce la creiamo noi non esistendo oggettivamente, quindi ogni motivazione è degna di essere rispettata. Io non posso capirti a livello sportivo, ma posso capire l'importanza che dai allo sport e quindi ti sono vicina sperando che tu possa raggiungere il tuo obiettivo...

_________________
LilySlim Weight loss tickers
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Boccadorata
-------------
-------------
avatar

Femmina Sagittario Messaggi : 2205
Data d'iscrizione : 14.01.11
Età : 60
Località : Napoli

MessaggioTitolo: Re: parto naturale o cesareo...   Ven Giu 10, 2011 1:23 am

lola ha scritto:

Io, come al solito, vado contro corrente! Ho avuto 2 figli con parto naturale, sinceramente mi è andata bene non ho avuto travagli molto lunghi o complicazioni, però, io mi chiedo perché bisogna soffrire così tanto. Io trovo la natura così ingiusta per le donne e le femmine degli animali! Soffrire tanto per......? Se un figlio nasce con il cesareo è meno amato? Al contrario quante mamme ripetono ai loro figli "con tutto quello che ho sofferto per averti.......!innestando sensi di colpa?
Forse, per le donne, il dolore del parto viene equiparato ai riti di iniziazione dei maschi mah!
Mi inserisco nel discorso....
Non ne faccio nè un problema di amore, nè un problema di cicatrici (tantopiù che adesso le cicatrici del cesareo sono sovrapubiche, praticamente invisibili a meno che non ti depili completamente...), ma bensì un fatto di salute del nascituro. Lo "strizzamento" che avviene durante il parto naturale svuota i polmoni del bambino e crea una scarica ormonale che attiva tutto il metabolismo. La maggior parte dei bambini nati col cesareo sffrono di problemi polmonari e basse risposte immunitarie. Certo l'ideale è che il nascituro non superi i 3,2kg in modo da avere un parto tranquillo e nessun problema di rischio diebetico per il bambino. E' utile dire che questo si ottiene con una dieta a basso ig?
Laughing
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Boccadorata
-------------
-------------
avatar

Femmina Sagittario Messaggi : 2205
Data d'iscrizione : 14.01.11
Età : 60
Località : Napoli

MessaggioTitolo: Re: parto naturale o cesareo...   Ven Giu 10, 2011 1:26 am

Rasputin ha scritto:

No è una vcchia carie già otturata ma l'otturazione è vecchia e temo ci siano infiltrazioni,
Pensa che a me una carie al dente del giudizio mi è costata 3gg di iperbarica!!! I globuli bianchi erano talmente alti che il sangue non è riuscito a liberarsi del tutto dell'azoto e sono andata in MDD cutanea!!
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
lola
-------------
-------------


Femmina Messaggi : 286
Data d'iscrizione : 09.03.11
Località : verona

MessaggioTitolo: Re: parto naturale o cesareo...   Ven Giu 10, 2011 2:00 am

Boccadorata ha scritto:
lola ha scritto:

Io, come al solito, vado contro corrente! Ho avuto 2 figli con parto naturale, sinceramente mi è andata bene non ho avuto travagli molto lunghi o complicazioni, però, io mi chiedo perché bisogna soffrire così tanto. Io trovo la natura così ingiusta per le donne e le femmine degli animali! Soffrire tanto per......? Se un figlio nasce con il cesareo è meno amato? Al contrario quante mamme ripetono ai loro figli "con tutto quello che ho sofferto per averti.......!innestando sensi di colpa?
Forse, per le donne, il dolore del parto viene equiparato ai riti di iniziazione dei maschi mah!
Mi inserisco nel discorso....
Non ne faccio nè un problema di amore, nè un problema di cicatrici (tantopiù che adesso le cicatrici del cesareo sono sovrapubiche, praticamente invisibili a meno che non ti depili completamente...), ma bensì un fatto di salute del nascituro. Lo "strizzamento" che avviene durante il parto naturale svuota i polmoni del bambino e crea una scarica ormonale che attiva tutto il metabolismo. La maggior parte dei bambini nati col cesareo sffrono di problemi polmonari e basse risposte immunitarie. Certo l'ideale è che il nascituro non superi i 3,2kg in modo da avere un parto tranquillo e nessun problema di rischio diebetico per il bambino. E' utile dire che questo si ottiene con una dieta a basso ig?
Laughing

L'epidurale alla portata di tutte sarebbe la giusta soluzione.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Rasputin
-------------
-------------
avatar

Maschio Scorpione Messaggi : 3235
Data d'iscrizione : 15.01.11
Età : 57
Località : Augusta Vindelicorum

MessaggioTitolo: parto naturale o cesareo...   Ven Giu 10, 2011 2:16 am

Siamo (Siete) ferocemente OT ma trovo interessante l'argomento e rispondo ugualmente.

Boccadorata ha scritto:

Mi inserisco nel discorso....
Non ne faccio nè un problema di amore, nè un problema di cicatrici (tantopiù che adesso le cicatrici del cesareo sono sovrapubiche, praticamente invisibili a meno che non ti depili completamente...), ma bensì un fatto di salute del nascituro. Lo "strizzamento" che avviene durante il parto naturale svuota i polmoni del bambino e crea una scarica ormonale che attiva tutto il metabolismo.

Interessante, non lo sapevo.

Boccadorata ha scritto:
La maggior parte dei bambini nati col cesareo sffrono di problemi polmonari e basse risposte immunitarie.

Uhm, avresti delle fonti? Mi interessa perché se così fosse allora mia figlia, nata appunto col cesareo, sarebbe una vera eccezione che conferma la regola. Il suo pediatra di allora (Adesso ha 11 anni ed è col medico di famiglia) è anche mio amico ed usciamo spesso insieme in bicicletta, mi ricordo di un giorno in cui stavamo sotto casa mia e lei è passata sul suo monociclo, lui nemmeno l'ha riconosciuta perché in ambulatorio deve averla vista 2 o 3 volte e solo per le vaccinazioni...per fare un esempio, quando ci siamo accorti che pur stando benone aveva il morbillo, aveva già appestato metà della sua classe. Gira scalza e seminuda ancora adesso, non l''ho mai vista malata...

Boccadorata ha scritto:
Certo l'ideale è che il nascituro non superi i 3,2kg in modo da avere un parto tranquillo e nessun problema di rischio diebetico per il bambino. E' utile dire che questo si ottiene con una dieta a basso ig?
Laughing

Non lo so. Nel caso di mia figlia, la madre in gravidanza mangiava molto e di tutto, come si conviene ad una donna in gravidanza, alla fine del nono mese aveva messo su ben 35kg (È anche alta, 1,78) e dopo il parto li ha ripersi rapidamente tutti. No, diffido delle diete in gravidanza.

Boccadorata ha scritto:

Pensa che a me una carie al dente del giudizio mi è costata 3gg di iperbarica!!! I globuli bianchi erano talmente alti che il sangue non è riuscito a liberarsi del tutto dell'azoto e sono andata in MDD cutanea!!

Ci credo. Spesso le infezioni in bocca (Perché è quello che sono le carie) ed i loro effetti collaterali vengono sottovalutati, tutto va bene finché si rimane in condizioni normali ma sott'acqua tutto cambia e la medicina iperbarica è un campo nel quale c'è ancora molto da esplorare. Già quando andavo sott'acqua io, parlo del 1991, le tabelle di decompressione cambiavano quasi ogni 2 anni...
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Rossanfo
--------------
--------------
avatar

Femmina Sagittario Messaggi : 2645
Data d'iscrizione : 12.01.11
Età : 38

MessaggioTitolo: Re: parto naturale o cesareo...   Ven Giu 10, 2011 2:58 am

e per contro invece io posso portare la mia testimonianza:
io sono nata con parto naturale e ho sofferto d'asma fin da piccolissima che mi sono portata dietro fino a pochi anni fa. livelli d'asma molto elevati, mi ha impedito di fare qualsiasi tipo di attività sportiva da piccola (stavo sempre male e non avevo fiato avevo l'esonero anche dalla ginnastica), crescendo mi sono un pò rinforzata e ho iniziato a fare un pò di sport ma ormai il medico mi aveva detto che i miei polmoni erano "compromessi" e che mi si sarebbe preclusa qualsiasi attività di livello agonistico.
mio figlio nato con parto naturale asmatico anche lui per fortuna non ai miei livelli ma gli stiamo facendo cure su cure e sta migliorando (rispetto a 30 anni fa la medicina ,nella quale io credo, si è evoluta).
la mia conclusione:il parto naturale non ha nulla di sano, è solo l'unico modo che c'è sempre stato per nascere, ma adesso ci sarebbe l'opportunità di non soffrire e io la sfrutterei. nel mio caso il bambino si era girato giusto e non vedevano motivo per farmi il cesareo peccato che al momento delle spinte si siano accorti che era grosso rispetto alle ossa del mio bacino e ci ho messo tre ore con annessa episiotomia e assolutamente senza epidurale perchè nell'ospedale dove ho partorito non è garantita 24 ore su 24 (Italia, Imperia).
preciso che avevo preso 17 kili in gravidanza...non così tanti, persi nel giro di tre mesi tutti.

_________________
LilySlim Weight loss tickers
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
enny
-------------
-------------
avatar

Femmina Leone Messaggi : 647
Data d'iscrizione : 31.03.11
Età : 35

MessaggioTitolo: Re: parto naturale o cesareo...   Ven Giu 10, 2011 10:32 am

io non sono mamma ma vi dico che ho una paura tremenda di partorire quando toccherà a me, lo so che è naturale, ma appena ho letto delle 24 ore di travaglio di bonovox mi è venuta la pelle d'oca e mi si sono bagnati gli occhi. non riesco a vedere neanche reparto maternità su sky e quando ho visto la mia cara amica dopo un ora dal parto mi sono messa a piangere perchè mi dispiaceva per lei era verde e tutta gonfia.
io a volte mi chiedo perchè a noi donne debba toccare una sofferenza del genere, poi per forza dicono che sopportiamo il dolore meglio degli uomini.
una cosa però mi sono sempre chiesta ma l'epidurale in italia non è concessa?? la maggior parte delle donne in america partorisce con quella e qui non lo fa nessuno, sapete perchè?
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://lilyslim.com/Weight_loss_code.php
Rossanfo
--------------
--------------
avatar

Femmina Sagittario Messaggi : 2645
Data d'iscrizione : 12.01.11
Età : 38

MessaggioTitolo: Re: parto naturale o cesareo...   Ven Giu 10, 2011 11:08 am

dipende dagli ospedali, ad esempio dove ho partorito io è garantita solo in determinati orari tipo dalle 7 del mattino alle sei di sera, indovina quando è iniziato il mio travaglio? alle 18.00 Shocked , come travaglio è stato abbastanza veloce (anche se non è mai una passeggiata) le spinte sono iniziate alle 22 e il bambino è uscito a mezzanotte, tornava sempre sù perchè avevo il canale stretto e la sua testa era troppo grossa. non è stato un parto di quelli terrificanti di per sè perchè se vai a vedere come primo figlio alla fine ci ho messo "solo" sei ore, ma per me è stato devastante e quando ero lì a spingere e non usciva che tornava sù volevo credimi, morire. è stata una sensazione bruttissima, per me un vero e proprio shock tant'è che prima di partorire ne volevo due di figli ora non riesco, le rare volte che mi è venuto il desiderio mi è passato dopo penso un minuto perchè ho ripensato al parto. se ci penso mi sembra ieri, mi viene la pelle d'oca e non riesco a pensare di rifarlo e ormai non lo faccio più, mio figlio ha tre anni e mezzo e per me poi ci sarebbe troppa distanza...

_________________
LilySlim Weight loss tickers
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Rasputin
-------------
-------------
avatar

Maschio Scorpione Messaggi : 3235
Data d'iscrizione : 15.01.11
Età : 57
Località : Augusta Vindelicorum

MessaggioTitolo: Re: parto naturale o cesareo...   Ven Giu 10, 2011 11:32 am

Rossanfo ha scritto:
dipende dagli ospedali, ad esempio dove ho partorito io è garantita solo in determinati orari tipo dalle 7 del mattino alle sei di sera,

Ma che troiata è questa? Cosa pretendono, che le donne entrino in travaglio ad orari prestabiliti? muro muro muro

Rossanfo ha scritto:
indovina quando è iniziato il mio travaglio? alle 18.00 Shocked , come travaglio è stato abbastanza veloce (anche se non è mai una passeggiata) le spinte sono iniziate alle 22 e il bambino è uscito a mezzanotte, tornava sempre sù perchè avevo il canale stretto e la sua testa era troppo grossa. non è stato un parto di quelli terrificanti di per sè perchè se vai a vedere come primo figlio alla fine ci ho messo "solo" sei ore, ma per me è stato devastante e quando ero lì a spingere e non usciva che tornava sù volevo credimi, morire. è stata una sensazione bruttissima, per me un vero e proprio shock tant'è che prima di partorire ne volevo due di figli ora non riesco, le rare volte che mi è venuto il desiderio mi è passato dopo penso un minuto perchè ho ripensato al parto. se ci penso mi sembra ieri, mi viene la pelle d'oca e non riesco a pensare di rifarlo e ormai non lo faccio più, mio figlio ha tre anni e mezzo e per me poi ci sarebbe troppa distanza...


Sospetto una certa incompetenza da parte del personale ospedaliero. Un travaglio di 6 ore è normale, ed a partire da una dilatazione del collo uterino di x cm (Non mi ricordo quanti) devono aiutarti a fare in modo che la testa non ritorni su. Esistono forcipi e ventose.

_________________
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Rossanfo
--------------
--------------
avatar

Femmina Sagittario Messaggi : 2645
Data d'iscrizione : 12.01.11
Età : 38

MessaggioTitolo: Re: parto naturale o cesareo...   Ven Giu 10, 2011 12:53 pm

anche mio figlio era 3,7 kili e quando è uscito ero devastata e tremavo come una foglia (letteralmente, mai tremato così) che non riuscivo nemmeno a stare in piedi, mi avevano appena cucita ed ero dolorante (altrochè finisce tutto con l'espulsione...),ma questa è stata la MIA esperienza tradotta dalla mia personalità e percezione delle cose. per dire che come dice Giada ogni esperienza è a sè, però non dovrebbero precludere a chi non sopporta nè fisicamente nè psicologicamente il dolore -specie in zone particolarmente delicate- la possibilità di non soffrire...e Ras...si certo, questa è la sanità italiana...forcipe o ventosa tendono a non usarli più molto, io alla fine avevo il dottore steso sulla mia pancia per non farlo salire sù (oltre ad avermi tagliata ovviamente)...

_________________
LilySlim Weight loss tickers
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
enny
-------------
-------------
avatar

Femmina Leone Messaggi : 647
Data d'iscrizione : 31.03.11
Età : 35

MessaggioTitolo: Re: parto naturale o cesareo...   Ven Giu 10, 2011 1:16 pm

3,7 kg?? io sono nenahce un metro e mezzo dove lo metto??
ragazze sapete che vi dico...
che adesso smetto di leggere ste cose che se no mi impressiono e quando toccherà a me vi farò sapere, tanto immagino che quando una donna si sente pronta il suo primo pensiero diventa il bambino e la sua famiglia e non il dolore.
nel frattempo mi godo il bambino cane.
a proposito bonovox come va con il tuo bambino ammalato? si gratta tutto?
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo http://lilyslim.com/Weight_loss_code.php
Rasputin
-------------
-------------
avatar

Maschio Scorpione Messaggi : 3235
Data d'iscrizione : 15.01.11
Età : 57
Località : Augusta Vindelicorum

MessaggioTitolo: Re: parto naturale o cesareo...   Ven Giu 10, 2011 1:46 pm

enny ha scritto:
3,7 kg?? io sono nenahce un metro e mezzo dove lo metto??

Tu non hai idea ah ah

la mia mamma è alta 1,48 ed io alla nascita (Naturale) pesavo 4,250

è vero che se lo ricorda ancora risatona

_________________
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
miluncina
-------------
-------------
avatar

Femmina Gemelli Messaggi : 1242
Data d'iscrizione : 16.02.11
Età : 44
Località : venezia

MessaggioTitolo: Re: parto naturale o cesareo...   Ven Giu 10, 2011 2:48 pm

la prima cosa che ho detto appena è uscita Alice....tu sarai figlia unica.....la signorina non era grande kg 2,875 ma mi ha lacerata e mi hanno tagliato perchè aveva i pugnetti sul viso....parto dicono veloce( a me sembrava non finire mai) e per quanto riguarda l'epidurale, ho avuto la sensazione che nel mio ospedale anche se è garantita 24 ore su 24 tendono ad evitarla....io l'ho chiesta un sacco di volte ma spostavano continuamente i cm (prima dovevo arrivare almeno a 3 poi a 4) ma non ho fatto in tempo ad arrivare ne a 3 ne a 4 da 2 ad 8 in un'ora e mezza e in 20 minuti di spinte(che ricorderò per tutta la vita altrochè si dimentica) è nata...ma come dicevo con tanto di taglio per i pugnetti diciamo che il dottore è entrato con la mano a tirarla fuori....(l'ostetrica era contraria)


un' altra cosa che ricorderò sempre è il nervoso-dolore alle gambe ad ogni contrazione avevo questo nervoso-dolore sulla parte superiore delle cosce che mi faceva impazzire....
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Rasputin
-------------
-------------
avatar

Maschio Scorpione Messaggi : 3235
Data d'iscrizione : 15.01.11
Età : 57
Località : Augusta Vindelicorum

MessaggioTitolo: Re: parto naturale o cesareo...   Ven Giu 10, 2011 2:54 pm

Avete voluto la bicicletta, pedalate.

_________________
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Sonosnella82
-------------
-------------


Femmina Capricorno Messaggi : 2035
Data d'iscrizione : 17.04.11
Età : 35

MessaggioTitolo: Re: parto naturale o cesareo...   Ven Giu 10, 2011 3:41 pm

Riguardo alla maternità io mi ritengo essere un po' fuori dall'ordinario. Non ho mai avuto un grosso istinto materno e nemmeno desiderio di diventare madre (parlo fino adesso). C'è stato solo un periodo quando avevo 20 anni che avrei fatto di tutto per avere un figlio ma le condizioni non erano migliori e quindi rimandai ma con questo treno se ne andò anche quel desiderio.
Mia sorella è il contrario di me. Non riusciva a rimanere incinta e ha affrontato l'inferno pur di avere la sua bimba. Ha fatto un intervento dove ha quasi perso la vita e infine la fecondazione assistita e una gravidanza passata a letto.

Io adoro mia nipote come fosse mia figlia però rimango dell'idea che la natura anche se a volte crudele, provvede al nostro bene. Conosco molte coppie che non hanno figli e nemmeno li vedrei come genitori siccome non riescono a provvedere neanche a un gatto. Sicuramente la divina provvidenza ci ha pensato.

Personalmente non escludo un giorno di avere figli ma di certo non succederà pianificando come succede nella maggior parte di casi dove le coppie dicono: ok, abbiamo un lavoro, una casa, un cane.... manca un figlio no? Almeno molte famiglia che conosco sono nate in modo programmato.

Come prova della divina provvidenza vi racconto una mia esperienza passata. Durante una storia molti anni fa dove entrambi volevamo figli, era un periodo di mesi in cui nonostante i molti rapporti avuti, non rimasi incinta. Non c'erano ragioni fisiche per cui non dovesse accadere e infine andai a controllare la mia agenda dove per abitudine e suggerimento della mia ginecologa, segnavo ogni rapporto avuto. Alla fine feci due conti e nonostante tutti gli innumerevoli rapporti in quei mesi, erano caduti proprio nei giorni in cui non ero fertile. Insomma, peggio della tombola.

Risultato: oggi sono contenta che alla fine io non sia rimasta incinta e la divina provvidenza è stata più saggia di me.

Scusate l' OT ma mi è venuto così.

Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Rossanfo
--------------
--------------
avatar

Femmina Sagittario Messaggi : 2645
Data d'iscrizione : 12.01.11
Età : 38

MessaggioTitolo: Re: parto naturale o cesareo...   Ven Giu 10, 2011 11:54 pm

io prima di incontrare mio marito ero convinta che non avrei mai avuto figli, i bambini non mi sono mai piaciuti, figuratevi l'istinto materno che potevo avere... poi ho perso la testa...per mio marito, ci siamo innamorati-folgorati, convissuto dopo una settimana e sposati dopo tre mesi. Dopo poco abbiamo voluto un figlio(era la prima volta in vita mia che avevo questo desiderio è stato stranissimo per me!) e il pazzo baby è arrivato subito. che dire Ras hai ragione, ma permettimi che nel duemila speravo di non partorire come nel duecento...ma tant'è...è andata così... altre biciclette a sto punto non ne voglio sagace

_________________
LilySlim Weight loss tickers
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Rasputin
-------------
-------------
avatar

Maschio Scorpione Messaggi : 3235
Data d'iscrizione : 15.01.11
Età : 57
Località : Augusta Vindelicorum

MessaggioTitolo: Re: parto naturale o cesareo...   Sab Giu 11, 2011 5:07 am

Sonosnella82 ha scritto:


Risultato: oggi sono contenta che alla fine io non sia rimasta incinta e la divina provvidenza è stata più saggia di me.


Certo che la tua divina provvidenza dev'essere una bella troia, se a te fa il piacerino poi altrove permette di tutto, che so per esempio roba così




_________________
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Sonosnella82
-------------
-------------


Femmina Capricorno Messaggi : 2035
Data d'iscrizione : 17.04.11
Età : 35

MessaggioTitolo: Re: parto naturale o cesareo...   Sab Giu 11, 2011 10:10 am

Ehm, il pensiero volevo solo esprimere una mia convinzione personale in condizioni "normali" in merito a programmare i figli e cercavo di condividere un momento in cui avrei voluto tanto rimanere incinta il che dopo un certo periodo risultò come la cosa più giusta. Ma se fossi rimasta incinta sarebbe andato bene lo stesso. Nel senso: un figlio non è mai un errore! Sono sicura che sarebbe stato il bambino più amato al mondo in ogni caso.

Ho usato il termine "divina provvidenza" invece di " Dio " siccome il mio rapporto con la fede direi che è morto e sepolto.

Potevo anche semplicemente chiamarlo "l'ordine naturale delle cose" o "il corso della natura" che nei tempi dei primi esemplari dell'uomo spingevano quest'ultimo a procreare la specie esattamente come gli animali. Ciò nonostante succedeva (come succede anche oggi negli animali) che non tutte le femmine diventarono portatrici di prole quindi io questo lo chiamo "l'ordine naturale delle cose", puoi chiamarlo sterilità temporanea o definitiva dei soggetti o in altri modi.

Che la "divina provvidenza" sia troia si sa, specialmente quando la ruota della fortuna cade in testa a te.
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Rasputin
-------------
-------------
avatar

Maschio Scorpione Messaggi : 3235
Data d'iscrizione : 15.01.11
Età : 57
Località : Augusta Vindelicorum

MessaggioTitolo: Re: parto naturale o cesareo...   Sab Giu 11, 2011 10:50 am

Sonosnella82 ha scritto:
Ehm, il pensiero volevo solo esprimere una mia convinzione personale in condizioni "normali" in merito a programmare i figli e cercavo di condividere un momento in cui avrei voluto tanto rimanere incinta il che dopo un certo periodo risultò come la cosa più giusta. Ma se fossi rimasta incinta sarebbe andato bene lo stesso. Nel senso: un figlio non è mai un errore! Sono sicura che sarebbe stato il bambino più amato al mondo in ogni caso.

Ho usato il termine "divina provvidenza" invece di " Dio " siccome il mio rapporto con la fede direi che è morto e sepolto.

Potevo anche semplicemente chiamarlo "l'ordine naturale delle cose" o "il corso della natura" che nei tempi dei primi esemplari dell'uomo spingevano quest'ultimo a procreare la specie esattamente come gli animali. Ciò nonostante succedeva (come succede anche oggi negli animali) che non tutte le femmine diventarono portatrici di prole quindi io questo lo chiamo "l'ordine naturale delle cose", puoi chiamarlo sterilità temporanea o definitiva dei soggetti o in altri modi.

Che la "divina provvidenza" sia troia si sa, specialmente quando la ruota della fortuna cade in testa a te.

Mi scuso per l'equivoco, ultimamente tendo a reagire male quando vedo l'impiego di una determinata terminologia winky

_________________
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Sonosnella82
-------------
-------------


Femmina Capricorno Messaggi : 2035
Data d'iscrizione : 17.04.11
Età : 35

MessaggioTitolo: Re: parto naturale o cesareo...   Sab Giu 11, 2011 11:23 am

Tranquillo, l'avevo intuito e poi in questi giorni hai buoni motivi per essere nervoso quindi sei perdonato winky
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Rasputin
-------------
-------------
avatar

Maschio Scorpione Messaggi : 3235
Data d'iscrizione : 15.01.11
Età : 57
Località : Augusta Vindelicorum

MessaggioTitolo: Re: parto naturale o cesareo...   Sab Giu 11, 2011 11:33 am

Sonosnella82 ha scritto:
Tranquillo, l'avevo intuito e poi in questi giorni hai buoni motivi per essere nervoso quindi sei perdonato winky

Grazie. Sei fortunata che almeno il mal di denti mi è passato ah ah pernacchia

_________________
Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: parto naturale o cesareo...   

Torna in alto Andare in basso
 
parto naturale o cesareo...
Torna in alto 
Pagina 1 di 2Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Riguardo l'episiotomia ❖ Vulvodinia.info
» c'è qualcuna che ha partorito naturalmente?
» CORNIOLA (pietra del parto)
» pensare al naturale
» importante!!!leggete!

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: CHIACCHIERE IN LIBERTA' :: Essere Mamma-
Vai verso: